Actors & Poetry Festival, la quarta edizione

Actors & poetry 2015

 

Anche quest’anno GOODmood è partner  di Actors&Poetry Festival, il talent artistico dedicato ai talenti della recitazione! E non solo!

Studi recitazione? Sei un aspirante attore? Sei alla ricerca di un’opportunità che possa metterti in luce e che ti offra un contratto di lavoro interessante?

Sei ancora i tempo per iscriverti alla quarta edizione di Actors&Poetry Festivall! Dai un’occhio al programma della manifestazione: in premio, tanti contratti di lavoro! Anche con GOODmood! Per informazioni e iscrizioni clicca qui

Buona Fortuna!


Cos’è Actors&Poetry Festival

Il progetto tratta lo sviluppo del mercato dell’attore e sta diventando anche produzione TV. È fra i Grandi eventi della Regione Liguria. La manifestazione è frequentata da centinaia di attori provenienti da tutta Italia, le stesse produzioni e reti televisive e i giurati vengono da molte regioni italiane.

Actors&PoetryFestival si articola in cinque sezioni, più una dedicata agli autori:

ESIBIZIONE DAL VIVO; SPEAKERING; DOPPIAGGIO; LETTURA AUDIOLIBRI; VIDEO PERFORMERS; POETRY(AUTORI/POETI/PERFORMERS).

Inoltre quattro Sezioni fuori concorso:

VIDEOMAKERS; FOTOGRAFIA DI SCENA; SCENEGGIATURA; COMBATTIMENTO SCENICO; CONDUZIONE TELEVISIVA. Al pubblico sono dedicati workshop su tutte le sezioni.

I Premi in palio

4 CONTRATTI DOPPIAGGIO;

1 CONTRATTO SPEAKERING OVER VOICE;

1 PUNTATA ZERO;

1 CONTRATTO LETTURA AUDIOLIBRI;

1 CONTRATTO EDIZIONE EBOOK;

1 CONTRATTO PER CONDUTTORE TV.

PRODUZIONI e professionisti COINVOLTI SU SCALA NAZIONALE E LOCALE:

Roberto Trovato e Saverio Zumbo per Università di Genova

Sabrina Lettini per SDI MEDIA GROUP (Produzioni doppiaggio)

Riccardo Recchia per BOBOLONE (Produzioni TV)

Pietro Ubaldi (Doppiatore, voce ufficiale Boing TV)

Paola Ergi per GOODmood (Edizioni sonore audiolibri)

Daniela Capurro per Teatro G.A.G.

Marco Merli per ERGA Edizioni e Idea XSBusiness

Rosa Elisa Giangoia per Associazione culturale IL GATTO CERTOSINO (Federazione poeti)

Alberto Parodi per MULINETTI Recording Studio

Alberto Di Candia e Diego Delpiano per LAME RIBELLI

Giovanni Robbiano (sceneggiatore serie Rex, docente universitario)

Ecco qualche video del Festival: il promo del 2014 e il nuovo video dell’edizione 2015

Info

Telefono 010211004 –  3920930335 – Sito web

Johnny Depp + Tim Burton = Edgar Allan Poe

burton_depp

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Appassionati di cinema, di atmosfere dark, e della premiata coppia “Johnny Depp + Tim Burton” adesso potete esultare: a quanto pare il duo che ci ha fatto emozionare con capolavori come “Edward mani di forbice”, “Sweeney Todd” o “Alice in Wonderland” stia per tornare assieme per omaggiare uno dei più grandi autori americani di tutti i tempi, Edgar Allan Poe

Burton non ha mai fatto mistero della sua ammirazione per Poe e molti dei suoi lavori sono, direttamente o indirettamente, ispirati alla sua vena creativa folle e surreale (basti pensare a “The Nightmare Before Christmas”). Entrambi sono amanti e interpreti di quel gusto “maledetto” che ha caratterizzato sia le opere di Poe sia i film di Burton

La parte principale dovrebbe essere affidata a Depp, “veterano” dei ruoli di questo tipo, che potrebbe dunque tornare a lavorare con il regista che gli ha regalato i ruoli migliori della sua carriera, Jack Sparrow escluso.

Le riprese del film dovrebbero svolgersi verso la fine del 2015, quindi per vedere il lungometraggio completo bisognerà avere ancora un po’ di pazienza. Per cominciare già a gustarti l’atmosfera tenebrosa e coinvolgente che sicuramente vivremo sul grande schermo GOODmood ti consiglia questi audiobook di Edgar Allan Poe

 

Libia e Italia: un rapporto che non è mai stato facile

Algunas impresiones sobre el Ejército Sa by Eneas, on Flickr
Creative Commons Creative Commons Attribution 2.0 Generic License   by  Eneas 

La Libia fu occupata militarmente dall’Italia fra il 1911 e il 1912. Era l’ultimo possedimento ottomano in nord Africa; il governo liberale di Giolitti, premuto dai nazionalisti, decise l’invasione della “quarta sponda” del Mediterraneo. L’impresa si rivelò più complicata del previsto: i libici non accolsero gli italiani come coloro che li stavano liberando dal turco oppressore; anzi, insorsero contro il nostro esercito; ne seguirono stragi e dure repressioni. Insomma, l’Italia alla fine conquistò il suo “scatolone di sabbia”, grande 5 volte il nostro paese, ma ad alti costi e controllandone solo una piccola parte, dato che l’interno rimase in balia di resistenti, clan e kabile locali. Solo il fascismo sottometterà in seguito l’intera regione, adottando una politica spietata, fatta di massicce deportazioni, campi di concentramento, rappresaglie e stragi di massa, attuate anche coi gas tossici. Né Badoglio né Graziani, principali artefici di questa opera di conquista , subirono mai alcun processo per i crimini di guerra compiuti. La Libia fu dunque del tutto sottomessa dall’Italia solo nel 1931, e il regime fascista la governò poi per un’altra decina d’anni, incentivando l’insediamento di coloni italiani. Questo fino a quando, durante il secondo conflitto mondiale, l’esercito italiano e l’Afrika Korps tedesco non vennero definitivamente sconfitti dagli inglesi ad El Alamein e furono costretti a cedere le colonie d’Africa.

A quel punto si apre una nuova fase per la storia della Libia, che porterà prima alla nascita della monarchia filo britannica di re Idris (1951-1969), poi al colpo di stato del colonnello Gheddafi (1969-2011) e all’instaurazione di una repubblica retta da un regime nazionalistico e monopartitico. La “primavera araba” del 2011 creerà grandi speranze, ma le aspettative saranno ben presto deluse in gran parte del nord Africa. Al crollo dei regimi autoritari (Gheddafi sarà l’unico fra i capi di stato ad essere ucciso dagli insorti) seguirà un vuoto di potere che lascerà spazio all’anarchia e al fanatismo islamista, le cui conseguenze sono sotto i nostri occhi.

C’è da chiedersi quali responsabilità abbiano ancor oggi i paesi colonizzatori rispetto alla situazione creatasi ora in quest’area. Il mito degli “italiani brava gente”, colonizzatori operosi e umani, ancor oggi diffuso nella pubblica opinione nazionale, si scontra con una realtà ben più amara, e i fatti stanno lì a dimostrarlo. Per quanto ci riguarda dobbiamo riconoscere che, purtroppo, l’Italia non ha lasciato duraturi esempi di buona amministrazione e nemmeno ha contribuito a far crescere valide classi dirigenti locali: né l’iniziale breve periodo di governo liberale, né tantomeno i due decenni di conquista e dominazione fascista si sono misurati con le diversità culturali e coi problemi delle terre e dei popoli libici. Quando poi una ex colonia rischia di diventare preda dell’anarchia più totale o della barbarie assoluta ci si deve interrogare a fondo anche sulle proprie responsabilità storiche.

Antonio Bincoletto


bincolettoLaureato e specializzato in filosofia, Antonio Bincoletto ha partecipato a Corsi di perfezionamento e di Alta formazione presso il “Centro Interdipartimentale di ricerca e servizi sui diritti della persona e dei popoli” dell’Università degli studi di Padova.

Attualmente insegna lettere presso il Liceo “Marchesi-Fusinato” di Padova. Oltre che di letteratura, si occupa di storia e di educazione alla cittadinanza. Ha pubblicato vari articoli in diverse riviste (“Lineamenti”, “Democrazia proletaria”, “Voltapagina”, “Ristretti orizzonti”) e coordinato un numero de “La Gazzetta del Veneto” per i 150 anni dall’Unità d’Italia. Ha organizzato nel 2007 a Padova le Giornate Internazionali di Studio “Shoah, antisemitismo e nuovi razzismi”, curando la pubblicazione degli Atti e contribuendo ai volumi  “Holocaust in Lithuania and Europe. International Students Conference. September 23-24,2006”(Vilnius 2006) e “La percezione della Shoah”(Giuntina, Firenze 2008).

Storia del colonialismo italiano in AfricaNell’ambito del proprio lavoro scolastico coordina progetti formativi sull’educazione alla legalità e alla cittadinanza, collaborando con l’ADEC (Associazione docenti europeisti per una nuova cittadinanza), e con associazioni di volontariato sociale (“Libera”, “Il granello di senape”). Ha contribuito al volume AA.VV. “Materiali per la formazione dei docenti di ‘Cittadinanza e costituzione’ negli istituti secondari superiori”, CLEUP 2010.

 

Con GOODmood ha pubblicato due volumi della collana Ripassa con il prof e un audiobook sulla Storia del colonialismo italiano in Africa (disponibile anche in ebook)

Aspiranti attori crescono!

 

luigi di stefanoSherlock Holmes il suo ultimo saluto

 

Luigi di Stefano, vincitore della 3° Edizione di Actors&PoetryFestival 2014 per la categoria Lettura di audiolibri, interpreta per GOODmood Edizioni il barone Von Herling nell’appassionante racconto di Sir Arthur Conan Doyle: Sherlock Holmes – il suo ultimo saluto.

E’ entrato di diritto nell’importante cast di attori che hanno recitato in questo nuovo Audiobook – da oggi in vendita nell’e-commerce Goodmood (da ascoltare in audiobook o da leggere in ebook) e in iTunes (in formato audiobook ed ebook) – perché è stato uno dei vincitori dell’importante concorso artistico genovese.

Il percorso professionale di Luigi di Stefano inizia con le radio locali; successivamente l’amore per il teatro e la recitazione lo spingono verso il mondo della recitazione, e dello speakeraggio pubblicitario. Lo scorso anno è stato protagonista nella recitazione dell’Audiobook “Biglietto di sola andata”, Teatro Gag Edizioni.

Ci vuoi provare anche tu? Non perdere di vista le iniziative e i corsi di recitazione di Teatro Gag.

Meglio un audiobook dei Google Glass, se stai guidando

GlassMakesFriends 28929 by tedeytan, on Flickr
Creative Commons Creative Commons Attribution-Share Alike 2.0 Generic License   by  tedeytan 

 

Non sono ancora tantissimi quelli che hanno a disposizione un paio di Google Glass, un device di cui si fa un gran parlare, anche se non sono ancora in commercio. Non manca però chi esprime perplessità sull’utilizzo dei super-occhiali, specie per quel che riguarda la tutela della privacy, ma c’è chi avanza dubbi anche su quanto sia pericoloso utilizzarli mentre si guida

Questo articolo cerca di classificare le azioni che si compiono in auto, tramite comandi vocali: la buona notizia per tutti gli amanti degli audiobook è che questi comportano un “minimal risk” (un rischio molto basso) per il guidatore: in altre parole, godetevi pure la storia, ma sempre con un occhio alla strada

For listening to audio book, the research claims that this is a category 1 distraction or with minimal risk, while talking to a cellphone or hands-free communication with a mobile device is ranked as category 2 with moderate risk. And finally, listening or responding to emails using voice is category 3 with extensive risk or the task with higher chance of leading to a road accident.

Diversa la storia per chi fa una chiamata (rischio livello 2), o per chi detta a voce le mail (rischio 3); tornando invece agli occhiali di Big G – che rimangono un gadget interessantissimo! – sembra che possano effettivamente distrarre parecchio, quindi meglio utilizzarli dopo aver posteggiato

Gli audiobook più venduti della settimana su iTunes, 6-12 ottobre 2014

classifica itunes, 6-12 ott 2014

Iniziare la settimana con qualche consiglio di ascolto è sempre produttivo, così il cervello si mette in moto! Siamo andati a sbirciare cosa succede della categoria Top Audiolibri su iTunes

 

Ecco le prime dieci posizioni e i link per scaricare gli audiolibri direttamente da iTunes, o dal nostro sito

1) La scienza del diventare ricchi – Wallace Delois Wattles (download dal nostro sito)

2) Benito Mussolini. Il Duce e la sua storia – Riccardo Allegri (download dal nostro sito)

3) ESL Italian Phase 1, Unit 1 – Pimsleur

4) 9 racconti di Poe – Edgar Allan Poe (download dal nostro sito)

5) E’ facile smettere di fumare se sai come come farlo – Allen Carr (qui un’altra versione, dal nostro sito)

6) Il Tao, Tao Te Ching – Laozi (qui un’altra versione, dal nostro sito)

7) Il Segreto in Pratica – Michael Doody (download dal nostro sito)

8) Guerra e pace – Lev Tolstoj

9) La legge dell’attrazione del pensiero – William Atkinson (download dal nostro sito)

10) Il mercante di libri maledetti – Marcello Simoni (download dal nostro sito)

 

Se invece non sei un utente Apple, ma usi Android, ci trovi anche su Google Play Store, nella sezione Libri. Per filtrare la ricerca e trovare subito gli audiobook basta digitare “audiolibro” nella barra in alto, oppure scrivere il titolo per esteso; se non sai che titolo scegliere puoi prendere spunto dalla classifica sopra, oppure dal nostro catalogo

Per rimanere sempre informato sulle news e sugli sconti GOODmood puoi iscriverti alla nostra newsletter, seguirci su Facebook e Twitter e guardare i nostri video su Youtube

 

Gli audiobook più venduti della settimana su iTunes, 29 settembre-5 ottobre 2014

classifica itunes, 29 set-5 ott 2014

Pronti via con la classifica iTunes coi titoli più venduti della scorsa settimana: se sei stanco di vedere sempre le solite copertine puoi provare ad ascoltare qualcosa di nuovo

 

Ecco le prime dieci posizioni e i link per scaricare gli audiolibri direttamente da iTunes, o dal nostro sito

1) Benito Mussolini. Il Duce e la sua storia – Riccardo Allegri (download dal nostro sito)

2) ESL Italian Phase 1, Unit 1 – Pimsleur

3) Comunicare con successo – Claudio Belotti (download dal nostro sito)

4) Il manifesto del partito comunista – Karl Marx

5) Miti e leggende dell’antica Grecia – Nathaniel Hawthrone

6) L’arte di ottenere ragione – Arthur Schopenhauer (download dal nostro sito)

7) La scienza del diventare ricchi – Wallace Delois Wattles (download dal nostro sito)

8) Il gabbiano Jonathan Livingstone – Richard Bach (download dal nostro sito)

9) Storie Zen – Gli ascoltalibri

10) Dracula – Bram Stoker (download dal nostro sito)

 

 

Se invece non sei un utente Apple, ma usi Android, ci trovi anche su Google Play Store, nella sezione Libri. Per filtrare la ricerca e trovare subito gli audiobook basta digitare “audiolibro” nella barra in alto, oppure scrivere il titolo per esteso; se non sai che titolo scegliere puoi prendere spunto dalla classifica sopra, oppure dal nostro catalogo

Per rimanere sempre informato sulle news e sugli sconti GOODmood puoi iscriverti alla nostra newsletter, seguirci su Facebook e Twitter e guardare i nostri video su Youtube

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 675 follower